I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il jailbreak è quell’operazione di sblocco che consente di prendere il pieno controllo di iOS e delle funzioni dell’iPhone, in modo tale da incrementare il livello di personalizzazione del dispositivo e aggiungere nuove utili opzioni.

Come tutti sanno però è unperazione inllegale che comporta la compromissione della garanzia quindi in questo articolo vi diamo 5 motivi per cui fare il jailbreak e 5 motivi per cui non conviene fare il jailbreak.

 

 

Perché fare il jailbreak:

1. Maggiore personalizzazione

Rispetto ad iOS 6, il nuovo iOS 7 offre indubbiamente più vie per la personalizzazione del proprio iPhone. Tuttavia, siamo ancora molto lontani dagli standard di Android. Ma con il jailbreak il gap si riduce… e di molto! Grazie a programmi quali WinterBoard, BytaFont, Springtomize, JellyLock e simili sarà infatti possibile modificare praticamente qualsiasi aspetto del vostro iPhone: dalle icone ai caratteri, dal layout delle pagine e delle cartelle all’aspetto della schermata di blocco.

2. Nuove funzioni

Ebbene si. Con il jailbreak capita spesso di ottenere delle nuove funzioni prima ancora che Apple rilasci degli aggiornamenti per iOS. Grazie ai famosissimi “tweak”, infatti, è possibile aggiungere funzioni praticamente illimitate all’iPhone oppure reintrodurre quelle che – stranamente – vengono rimosse da Apple (basti pensare ai pulsanti di condivisione per Facebook e Twitter in iOS 7). Dalle più banali alle più complesse, il jailbreak ti permetterà di aggiungere un numero davvero elevato di nuove funzioni che saranno perfettamente adeguate alle tue esigenze

3. Più sicurezza

Può sembrare un controsenso, ma in alcuni casi il jailbreak migliora addirittura la sicurezza del dispositivo. Installando tweak come BioProtect o come BioLockdown (per i fortunati possessori di un iPhone 5s) potrete infatti limitare l’accesso alle app di sistema in modo ragionato, scegliendo quali bloccare e quali no. E che dire poi dei tweak che migliorano la privacy, ad esempio BiteSMS per quanto riguarda i messaggi? Oppure della possibilità di utilizzare un firewall – normalmente non presente – in iOS 7? Tutto ciò non solo è possibile, ma è anche facilissimo con il jailbreak!

4. Superare i limiti

Con il jailbreak è anche possibile superare diverse (e in alcuni casi inspiegabili) motivazioni poste da Apple: ad esempio, potrete guardare i video in alta definizione anche su rete 3G, eseguire chiamate FaceTime anche fuori casa utilizzando un iPhone 4, utilizzare la funzione Panorama e lo Slow Motion anche su dispositivi che non hanno nativamente queste opzioni, esplorare i file di sistema ed applicare modifiche. E che dire, poi, della possibilità di inviare/ricevere file via Bluetooth verso e da qualsiasi dispositivo? È possibile anche questo. Insomma, davvero ogni limite di iOS può essere superato con il jailbreak

5. Più divertimento

In senso tecnico e meno tecnico, un dispositivo jailbroken è senza dubbio più divertente di uno originale. Può essere divertente in senso tecnico, ossia grazie a tweak come Barrel che abilitano dei piacevoli effetti 3D nella Home, o in senso meno tecnico: quanto è divertente provare ogni nuovo tweak, vedere quali effetti ha e poi decidere se è il caso di mantenerlo o meno sul proprio dispositivo? E ancora, vogliamo parlare di Controllers for All? Beh, chi di voi ha una PS3 o una PS4 in casa, saprà sicuramente divertirsi utilizzando il controller Sony con il proprio iPhone!

Perché non fare il jailbreak:

1. Stabilità

È indubbio: se è vero, come è vero, che il jailbreak apre nuove porte alla personalizzazione dell’iPhone, è anche vero che spesso espone i dispositivi a problemi di stabilità. Chiariamoci: tecnicamente il jailbreak in se non ha impatti sulla stabilità (se non per via dei bug, sempre più rari, delle primissime versioni dei tool); ciò che causa instabilità sono, infatti, i vari tweak di Cydia, i temi e le mod che è possibile applicare sull’iPhone tramite Cydia. Più complessa è la modifica applicata da un determinato pacchetto, maggiore sarà il rischio di crash, respring e – come conseguenza più grave – boot loop (da cui è possibile uscirne solo con un ripristino del dispositivo). Su iPhone originale, invece, la stabilità domina e sarete sempre sicuri di avere in tasca un telefono affidabile e senza problemi.

2. Durata della batteria

Un po’ come per il primo punto, anche in questo caso il jailbreak in se non influisce sulla batteria dell’iPhone. Allo stesso tempo, chi esegue il jailbreak lo fa per installare estensioni, tweak, temi e quant’altro: ebbene, questi hanno invece impatto sulla batteria. Inoltre, più ne installate e sempre minore sarà la durata della batteria del vostro telefono. Su iPhone originale, invece, la batteria – seppur non infinita – assicura sempre una durata superiore, proprio perché non è possibile installare le estensioni che vanno a diminuirne le potenzialità.

3. Aggiornamenti di iOS

Su iPhone jailbroken non è possibile aggiornare il sistema direttamente tramite iOS. Anche per aggiornarlo tramite iTunes, inoltre, il procedimento non è affatto lineare: bisogna infatti impostare il device in DFU ed eseguire un ripristino completo alla versione aggiornata di iOS, perdendo così tutti i dati e dovendo, successivamente, importare i dati di backup (e possono volerci diversi minuti). Per non parlare, poi, del fatto che aggiornando l’iPhone si perde il jailbreak! Insomma, se fate il jailbreak ad una versione di iOS, sarete più o meno “condannati” a restarci, perdendo tutte le novità che Apple potrà introdurre con i nuovi aggiornamenti. Tutto ciò, chiaramente, non vale per i dispositivi senza jailbreak che possono essere sempre e subito aggiornati all’ultima versione di iOS.

4. Sicurezza

Se da una parte il jailbreak permette di incrementare la sicurezza (ad esempio utilizzando tweak che permettono di bloccare con un codice di sicurezza o con il Touch ID l’accesso ad app specifiche) è anche vero che il jailbreak può esporre – più teoricamente che praticamente – il dispositivo a maggiori rischi per la sicurezza. Attivando l’accesso SSH sul dispositivo (installando OpenSSH da Cydia) sarà si possibile accedere ai file e alle cartelle di sistema dell’iPhone da PC/Mac, ma è anche vero che questo potrebbe consentire a chiunque si trovi sulla stessa rete WiFi di accedere a tutti i dati presenti sul vostro iPhone, inclusi anche quelli sensibili. L’iPhone al suo stato originale, non offrendo accesso ai file di sistema, è invece sicuro e inaccessibile a terzi.

5. Meno pensieri

È indubbio che un iPhone jailbroken porta ad avere più pensieri: intanto bisogna fare attenzione a cosa si installa da Cydia, dato che un banale pacchetto non verificato potrebbe portare il dispositivo in boot loop e quindi costringere l’utente ad eseguire un ripristino e, probabilmente, a perdere il jailbreak. Poi, come detto, le opzioni di ripristino/aggiornamento sono decisamente meno lineari e complesse rispetto ad un iPhone originale. Insomma, un iPhone jailbroken ha bisogno di più attenzioni rispetto ad un iPhone originale e non tutti siamo disposti ad accettare questo compromesso.

Conclusioni:

Che dire probabilmente il jailbreak può portare sia tanti vantaggi ma anche tanti svantaggi e se farlo o non farlo lasciamo a voi la scelta 

perchè ovviamente il terminale è vostro quindi ne fate cosa ne volete voi (guida) anche se il nostro staff lo sconsiglia.

Come rimuovere il Jailbreak

Problemi e soluzioni derivati dal jailbreak

 

 

Se questo articolo vi è piaciuto e volete restare sempre aggiornati seguiteci sui nostri canali social Facebook, Twitter, Google+ e ci trovate anche sull'app flipboard

You have no rights to post comments