I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Linux

Linux (46)

Venerdì, 23 Settembre 2011 11:56

Ho sentito parlare di demone? Di cosa si tratta?

Scritto da

Il termine daemon, italianizzato in demone, è utilizzato per indicare i processi
(spesso si tratta di software server) eseguiti automaticamente all’avvio del
computer (boot). Questi programmi restano attivi in background durante il
normale utilizzo del PC in attesa di svolgere determinate funzioni a seguito di
una richiesta. Ad esempio, sono demoni smbd (il server Samba), httpd (Apache),
mysqld (MySQL) e syslogd (il sistema di logging). Spesso per indicare i demoni è
utilizzato il termine servizio, proprio per sottolineare la loro caratteristica
di software server.

Venerdì, 23 Settembre 2011 11:55

Cambiare il tipo di shell

Scritto da

Scegliere quella più adatta alle proprie esigenze

Su GNU/Linux non esiste solo la shell Bash e spesso è utile poterla cambiare,
magari per eseguire comandi o script che funzionano solo con una di esse in
particolare. In questi casi, è possibile sostituire quella eseguita
automaticamente al login con un’altra. Prima, però, bisogna verificare quali
sono le shell installate nel sistema e quindi utilizzabili. Tutte quelle
disponibili sono elencate nel file /etc/shells e per controllare quali sono è
sufficiente utilizzare il comando seguente: cat /etc/shells. Identificate quelle
presenti nel sistema, possiamo passare da una all’altra eseguendo il comando
chsh senza opzioni e utilizzarlo in modalità interattiva. Così facendo, per
prima cosa verrà richiesta la password e poi verrà visualizzata tra parentesi
quadre la shell attualmente in uso. A questo punto per cambiare shell, basta
scriverne il percorso completo, ad esempio /bin/csh. Premendo Invio, invece, non
si opererà alcuna modifica. Ovviamente gli utenti comuni, possono solo cambiare
la propria shell ma il superuser (root) può modificare quelle di tutti gli altri
utilizzando il comando chsh -s tipo_shell utente.

 

 

 

Venerdì, 23 Settembre 2011 11:55

Linutop 1

Scritto da
Un desktop completo in soli 280 grammi. Compatto, leggero,
silenzioso. Ecco il mini-PC per portare GNU/Linux ovunque: a casa, in ufficio,
nei locali pubblici…

(pagina 1 di 3)
Plug and
Surf, cioè “collegalo e naviga”, recita lo slogan del Linutop 1, proprio per
sottolineare la sua vocazione per Internet. Si tratta di un mini- PC molto
compatto, leggero, silenzioso (è senza hard disk e lettore CD/DVD), ideale per
portare GNU/Linux “al volo” ovunque ce ne sia bisogno : biblioteche, hotel,
uffici, università, insomma dovunque è necessarrio un accesso alla rete. Ma
questo non esclude l’ambiente domestico. Infatti, anche a casa, sono sempre più
numerosi gli utenti che usano il PC solo per navigare, controllare la posta e
chattare, tutte attività legate a Internet, per cui un computer troppo potente e
ingombrante è pressoché inutile. Come visibile nell’immagine che segue, il
Linutop 1 può essere facilmente collegato sul retro di un monitor LCD mediante
la staffa in dotazione per ridurre al minimo lo spazio occupato: così facendo è
come avere un PC completo ma composto solo da monitor, tastiera e mouse.

Tipo: mini-PC • Processore: AMD Geode LX700 a 433 MHz • RAM: 256 Myte • Hard
disk: pendrive da 1 Gbyte • Video: VGA (SUB-D15) fino a1920x1440, 2D • Audio: 1
in e 2 out da 3mm • Rete: 10/100baseT Ethernet (RJ-45) • Interfacce: 4 x USB 2.0
• Dimensioni e peso: 9.3 x 2.7 x 15 cm – 280 gr • Produttore: Linutop SARL •
Sito web: www.linutop.com

Venerdì, 23 Settembre 2011 11:54

gOS Developer Kit

Scritto da

Una scheda madre low-cost perfettamente compatibile con GNU/Linux e l’innovativa
distribuzione gOS . L’ideale per assemblare un PC spendendo poco

Cercate un PC a basso consumo, performante, attento all’ambiente e che costi
poco? Finalmente potrete assemblarlo voi stessi! Il “pacchetto” completo si
chiama gOS Developer Kit ed è composto dalla scheda madre VIA PC2500E, basata
sulla nuovissima piattaforma VIA pc-1 Mainboard, e dalla distribuzione gOS (
http://thinkgos.com) fornita in bundle. La PC2500E è una mainboard di tipo
Micro-ATX di circa 20 cm per lato, caratteristica che permette l’uso di
componenti più compatti che consentono di contenere gli ingombri e risparmiare
spazio prezioso. Il processore che la equipaggia è il VIA C7-D a 1,5 MHz,
performante e con un consumo energetico tra i più bassi della categoria.
Ovviamente, trattandosi di un prodotto altamente integrato, la PC2005E è
completa di scheda video e audio, contenute nel chipset VIA UniChrome Pro IGP.
Entrambe le “periferiche” vengono correttamente riconosciute e configurate
automaticamente. Per quanto riguarda la sezione video in particolare, le
prestazioni sono ottime: grafica 2D e 3D, memoria fino a 128 Mbyte condivisa e
codifica MPEG-2. Inoltre, è possibile ottimizzarne ulteriormente il
funzionamento utilizzando i driver Open Source openChrome (www.openchrome.org).
Per quanto riguarda la scheda di rete, anche questa integrata, si tratta di
un’unità 10/100Mbps Fast Ethernet VIA VT6103 PH. Per il resto la scheda madre è
equipaggiata con tutto l’occorrente per assemblare un PC completo e dotata di
connettori SATA (Serial ATA ) per supportare hard disk e lettori di ultima
generazione.

Nome: VIA PC2500E • Tipo: Micro-ATX (225 x 190 mm) • Processore: VIA C7-D 1.5
GHz • Chipset: VIA CN700 Digital Media IGP + VT8237R Plus • Memoria: 2 x DDR2
DIMM 533 MHz fino a 2GB • VGA: VIA UniChrome Pro IGP (fino a 128 MB condivisa)
con codifica MPEG-2 • Audio: Realtek ALC655 • Rete: 10/100Mbps Fast Ethernet VIA
VT6103 PH • Slot di espansione: 2 PCI • IDE/SATA: 2 UltraDMA/IDE 133, 2 SATA •
Produttore: VIA Technologies

Gos gestisce il tutto

La mainboard è perfettamente compatibile con la
distro gOS ( www.thingkgos.org) fornita in bundle con il gOS Developer Kit, il
cui nome è, appunto, . Si tratta di una distribuzione derivata da Ubuntu 7.10
Gutsy Gibbon ( www.ubuntu.com), quindi il meglio della tecnologia Open Source.
gOS è dotata, però, di alcune caratteristiche che la distinguono da tutte le
altre. Per prima cosa ha una grafica molto curata, merito dell’adozione del
futuristico window manager Enlightenment E17 ( www.enlightenment .org), con una
dominante di verde che fa molto PC ecologico. L’altra peculiarità di questo
sistema è la perfetta integrazione con le applicazioni Google. È chiaro, quindi,
che si tratta di una distribuzione orientata a Internet, vocazione evidente se
si pensa che i programmi avviabili di default dalla barra delle applicazioni in
stile MacOS X servono tutti per poter accedere rapidamente ai servizi offerti da
Google. Per il resto si tratta di una “normale” Ubuntu. Nel nostro caso, dopo
aver assemblato il PC utilizzando normali componenti disponibili in commercio e
installato gOS, abbiamo potuto subito constatare la perfetta compatibilità tra
GNU/Linux e la mainboard VIA, sotto tutti i punti di vista, fatto che ci ha
permesso di usare il PC sempre con ottime prestazioni anche durante la visione
di video e la creazione di grafica 3D. Concludendo, quello tra VIA e GNU/Linux è
proprio un matrimonio perfetto. Se a questo aggiungiamo il costo estremamente
competitivo, viene da se che si tratta di un’ottima scelta per gli utenti del
Pinguino.

Pagina 8 di 8