I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 


Partiamo subito col dire che, alla fine del procedimento di smontaggio, il team ha assegnato al prodotto un voto di 2/10 per quanto concerne la riparabilità. Ciò significa che il dispositivo, come quasi sempre accade per i prodotti made in Cupertino, è estremamente difficile da trattare e solo mani esperte possono arrivare al cuore del prodotto senza fare danni.
Il consiglio è dunque: don't try this at home! La procedura effettuata da iFixit si compone di 28 passi, attraverso i quali si è giunti a smontare completamente, fino all'ultimo componente, l'iPad. Alla fine del processo, tra "pezzi" noti ed altri meno, ecco tutto ciò che è stato estrapolato:
Schermo Samsung da 9,7 pollici LCD con retroilluminazione LED da 2.048 x 1.536 pixel (Retina Display con 264 pixel per pollice)
Processore A5X dual-core da 1 GHz Processore grafico quad-core Memorie flash Toshiba da 16/32/64 GB 1 GB di RAM,
scomposta in due moduli da 512 MB Broadcom BCM4330 802.11 a/b/g/n MAC/baseband/radio con Bluetooth 4.0+HS e ricevitore FM integrato Qualcomm RTR8600 multi-band/mode RF transceiver per 3G e 4G LTE Modem wireless Qualcomm MDM9600 3G e 4G (in Europa funzionerà però solo il 3G) Fotocamera iSight da 5 megapixel, con lente da 5 elementi, filtro IR,
auto focus, auto esposizione,
riconoscimento volti e capacità di registrare video HD a 1080p Batteria da 42.5 Wh, il 70% più grande rispetto a quella del precedente modello Alloggiamento micro SIM Quel che più impressiona una volta individuate tutte le componenti è certamente la batteria gigante inserita da Apple nel dispositivo;
CPU, GPU, RAM e - soprattutto - display hanno infatti bisogno di molta energia in più per funzionare al meglio.

E proprio con il Retina Display vogliamo chiudere questo articolo. I ragazzi di iFixit hanno osservato che lo schermo non è compatibile con iPad 2 e, qualora si trovasse un modo per montare tale componente all'interno del precedente modello del tablet, non si riuscirebbe in alcun modo ad ottenere performance adeguate dal "vecchio" processore A5. In altre parole, il cuore del prodotto è proprio il nuovo A5X!




  

You have no rights to post comments