I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Microsoft Office è di gran lunga la suite di produttività personale desktop più diffusa, ma sul Web il primato spetta a Google Docs che – anche se molto meno potente del pacchetto Microsoft – ha il vantaggio di essere gratuita. Esiste un semplice add-on per Office che permette di mettere in comunicazione le due suite: dopo averlo installato diventa possibile aprire e modificare in Office i documenti memorizzati nel cloud di Google e, viceversa, salvare su Google Docs un testo o un foglio di lavoro realizzato con la suite Microsoft. 

Naturalmente questa soluzione ha qualche limite, dovuto alla compatibilità solo parziale tra i due formati, ma gli utenti – probabilmente la grade maggioranza – che usano solo le funzioni più comuni di Office ben difficilmente ci si scontreranno.

Per gettare un ponte tra Redmond e Mountain View, visitate questo sito e scaricate il file d’installazione dell’add-on. Il processo di setup è semplicissimo e automatico, al termine troverete una nuova toolbar subito sotto la Barra multifunzione di Office: fate clic su Accedi e inserite le credenziali Google per autenticarvi, confermando quindi l’autorizzazione con un clic sul pulsante Concedi l’accesso nella pagina successiva.

Le impostazioni generali possono essere lasciate così come sono proposte; confermate quindi con OK per terminare la fase di impostazione iniziale.

Pubblicato in Curiosita'
Pagina 1 di 2