I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A seguito delle varie segnalazioni relative al calore prodotto dal nuovo iPad, ritenuto da alcuni utenti eccessivo, è stato eseguito un test strumentale finalizzato a quantificare in maniera precisa l’effettivo calore generato dalla componentistica interna del tablet. Il test ha permesso di misurare la temperatura del tablet, mettendola a confronto con quella di iPad 2. Sostanzialmente confermate le impressioni degli utenti, anche se, come ricordato nella giornata di ieri, la produzione di calore non è tale da determinare l’attivazione del sistema di sicurezza che interviene in caso di surriscaldamento.
 
Per effettuare il rilevamento del calore prodotto dal nuovo iPad è stata utilizzata una fotocamera a infrarossi, mentre per sottoporre a stress il device si è fatto ricorso al benchmark GLBenchmark. Durante l’utilizzo con il benchmark il nuovo iPad, nel punto più caldo della scocca, ha raggiunto la temperatura di 33.6 gradi. Nelle stesse condizioni di utilizzo iPad 2 ha fatto arrestare il termometro a 28.3 gradi. In sostanza il maggior calore prodotto dall’esemplare in prova è pari al 18.7% (5.3 gradi) rispetto a quello generato dal precedente modello.

Le  variabili del test sono ovviamente legate ai sample utilizzati ed al fatto che nell’uso quotidiano non sempre si verifica una condizione analoga a quella rappresentata nel test. In senso assoluto il maggior calore prodotto potrà essere percepito in maniera più o meno fastidiosa a seconda dei singoli utenti. Anche questa prova sembra eliminare l’ipotesi di surriscaldamento che può essere considerato un vero e proprio difetto.  L’integrazione di una GPU più prestante e del rinnovato display Retina produce come effetto fisiologico una maggiore produzione di calore in determinate circostanze. Sarà poi l’utente finale a giudicare quanto tale aspetto possa inficiare la gradevolezza dell’esperienza d’uso.

fonte 

You have no rights to post comments