I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La diatriba tra il colosso di Cupertino e Proview continua e questa volta è la stessa Apple a farsi sentire pubblicamente. Dopo la rimozione dagli scaffali da parte di molti shop territoriali, in Cina, ieri anche Amazon ha deciso di non vendere più il tablet della mela e giornalmente sono sempre più i negozi che lo eliminano dalle proprie vetrine per non incorrere in sequestri da parte delle autorità locali.

All’accusa di Proview riguardante la violazione di brevetto del nome iPad in Cina, l’azienda di Cupertino risponde sul noto giornale China Daily:

Abbiamo comprato, diversi anni fa, i diritti del marchio iPad, da Proview, per l’utilizzo in tutto il mondo. Proview si rifiuta di rispettare l’ accordo con Apple, ed infatti un tribunale di Hong Kong si è schierato con la nostra azienda”

La situazione in Cina, tuttavia, non è poi così molto semplice in quanto sappiamo bene come il paese “aiuti” in tutti i modi le imprese/aziende locali. Cosa succederà quindi? Lo scopriremo a breve. Sta di fatto che Apple continua a vendere i suoi tablet nei retail ufficiali anche su territorio Cinese.

Riguardo la rimozione del tablet sul noto shop online Amazon Cina si esprime il WSJ che, con nostro grande stupore, sostiene:

E’ stata proprio l’azienda di Cupertino a chiederne la rimozione, in quanto Amazon Cina non è un rivenditore autorizzato.

 

You have no rights to post comments