I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

PowerAmp

Quando si tratta di qualità dell’audio PowerAmp non ha rivali: il suono è potente e pulito e l’app è capace di rendere piacevoli persino brani che presentano qualche disturbo. Il controllo che potete esercitare è davvero  invidiabile, grazie all’equalizzatore e alla gestione del volume e dei bassi che risultato semplici per i principianti ma completi per i  fanatici dell’audio.Tutto ciò poi è accompagnato da un’interfaccia davvero ben curata ed assolutamente intuitiva, anche se un rinnovamento grafico, anche solo leggero, e magari ispirato all’Holo Theme di Ice Cream Sandwich non gli farebbe male.

 

Google Play Music

Dalla sua ha l’ovvio vantaggio di permetterci di ascoltare tutta la nostra libreria musicale grazie alla possibilità di trasferire sulla nuvola tutti i nostri brani musicali così non dovremo perdere tempo nel decidere cosa spostare sul telefono e allo stesso tempo potremo risparmiare un sacco di spazio. L’app di Google non regge il confronto con PowerAmp in fatto di qualità e controllo, ma tutto sommato l’equalizzatore non è niente male.

n7player

I numerosi update che si sono susseguiti a ritmo serrato in queste settimane l’hanno reso uno dei migliori player presenti nel Play Store.  Ottimo controllo delle cuffie, tag editor, equalizzatore intuitivo e widget per la lockescreen nettamente superiore a quelli della concorrenza sono solo alcune delle funzioni che ce l’hanno fatto apprezzare al punto da spendere 2 euro per sbloccare la versione completa. Per cominciare comunque noi vi consigliamo di provare la trial.

Winamp Pro

La qualità audio per cui Winamp è noto da sempre si unisce alla possibilità di sincronizzare la nostra libreria su computer con quella del terminale. L’app è disponibile sia in versione gratuita che a pagamento; noi vi consigliamo la seconda perché è ricca di funzionalità interessanti quali lo streaming tramite url, il supporto ai FLAC e la personalizzazione della home screen. L’unica cosa che non ci è piaciuta particolarmente è il fatto che l’equalizzatore, il punto forte di un’app creata da coloro che hanno sempre puntato proprio sulla possibilità di gestire l’audio in modo ottimale, sia disponibile soltanto nella versione a pagamento, ma alla fine capiamo il bisogno di monetizzare forzando l’acquisto della versione Pro.

You have no rights to post comments