I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Asus possiede già un’importante quota di mercato nel settore dei tablet, questo grazie al successo del suo primo Transformer TF101 e al nuovo Transformer Prime che, prima di tutti, è riuscito ad avere in questo segmento Android 4 ICS. Il 2011 non è certo stato l’anno dei tablet Android come qualcuno aveva previsto, Honeycomb ha rimandato tutte le speranze di un vero boom all’anno in corso, grazie soprattutto all’adozione dell’ultima release Android ottimizzata per questi dispositivi e un’interesse crescente di consumatori e produttori.

Ad oggi, però, possiamo constatare che i prodotti Asus (entrambe le generazioni) siano gli unici ad essersi realmente aggiornati globalmente, un fattore non da poco che favorisce la casa sudcoreana nel mercato dei Tablet, ancora comunque dominato da Apple che nel Q4 2011 ha venduto 15.4 milioni di iPad contro i 10.5 milioni di tablet Android.

Il Transformer Prime è attualmente il prodotto di riferimento per la piattaforma Android e ben presto verrà affiancato da altrettante valide soluzioni Asus come il TF300, il TF700 con risoluzione Full HD e l’atteso PadFone. L’azienda taiwanese è tra quelle che sta più credendo e investendo nel settore tablet con il sistema operativo Android, e questo rafforza indubbiamente i diversi rumors che parlano di un dispositivo Google da 7″ prodotto proprio da Asus stessa. Le parole odierne del Vice Presidente della compagnia globale, Xu Youjia, sono d’altronde abbastanza chiare:

Asus farà sempre prodotti unici nel campo dei tablet, l’obiettivo prossimo è quello di superare tutti i competitor non-Apple.

You have no rights to post comments