I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ultimamente si sente spesso il terminre ’NFC, sigla che comincia a ricorrere tra le caratteristiche supportate di un numero sempre crescente di smartphone. Ma di cosa si tratta esattamente? NFC sta per Near Field Communication, letteralmente comunicazione di campo vicino, un modo molto complicato per descrivere in realtà una tecnologia estremamente semplice: uno standard per la trasmissione tra due dispositivi di pochi dati a brevissima distanza.  Ma a cosa serve su uno smartphone? Dare finalmente la possibilità di utilizzare il cellulare per effettuare micro-pagamenti in modo veloce e pratico, come appoggiare il telefono per pochi secondi su un apposito lettore. Pensate ad esempio di poter viaggiare sui mezzi pubblici utilizzando il cellulare al posto del normale biglietto di carta o della tessera magnetica, o ancora di pagare il caffé al bar semplicemente appoggiando lo smartphone sul bancone. Ma non solo. Lo smartphone può essere direttamente collegato alla propria carta di credito o ancora al proprio conto corrente, per effettuare anche pagamenti più consistenti, sempre con semplicità e in sicurezza (a meno di non perdere il cellulare ovviamente, anche se i pagamenti possono essere protetti da un PIN). La tecnologia non è del tutto nuova, ma quello che sta succedendo ora è che si sta finalmente diffondendo sui dispositivi a un livello tale (RIM ha annunciato ad esempio che tutti i futuri BlackBerry supporteranno l’NFC, Samsung ha iniziato a implementarlo sugli smartphone Android, Apple pare integrerà la tecnologia nel prossimo iPhone) Nokia su alcuni terminale Symbian gia funziona (c7) da rendere interessante per esercizi commerciali di ogni tipo cominciare a fornire questo tipo di servizio. Istituti di carte di credito come VISA e Mastercard hanno iniziato già da tempo a fornire soluzioni per chi è interessato allo sviluppo di sistemi di pagamento basati su NFC e in diverse aree stanno cominciando a partire servizi su larga scala: NTT DoCoMo (Giappone) e KT Telecom (Corea del Sud) ad esempio hanno annunciato un accordo per il lancio di servizi NFC compatibili tra i due paesi entro il 2012. La tecnologia NFC oltre che direttamente nel terminale può anche essere integrata all’interno dell SIM o di schede microSD, ma abbiamo visto persino custodie per iPhone con chip NFC integrato. Insomma il concetto di cellulare come portafogli digitale è sempre più a portata di mano e il prossimo potrebbe essere concretamente l’anno della svolta? Voi che ne pensate ? A londra è già in funzione in diversi musei in via sperimentale e sono molti gli utanti che lo usano, chi sa qui da noi quando arriverà?

You have no rights to post comments