I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Durante il keynote alla WWDC 2012, Apple ha tolto i veli a numerose novità in arrivo: oltre a iOS 6, ai nuovi MacBook e all’arrivo di Siri sul nuovo iPad, sono state condivise nuove informazioni su OS X Mountain Lion, nuova versione del sistema operativo per Mac che sarà disponibile su Mac App Store già dal prossimo mese mediante un esborso economico di 19,90 dollari.

Per i developer, sono oltre 1700 le nuove API messe a disposizione da Cupertino con cui accedere alle più recenti tecnologie web e core OS, oltre alle ultime funzioni di OS X, come Documenti nella nuvola, Game Center, Notifiche e Condivisione. Tantissime le nuove funzionalità presentate durante la WWDC 2012, per una nuova versione del sistema operativo Apple che si presenta non solo migliorata esteticamente, ma che soprattutto prende in prestito da iOS numerose feature, segno di come Apple voglia far convergere sempre maggiormente i propri due sistemi.

Oltre alla completa integrazione con Twitter così come avviene su iOS, una delle novità di OS X Mountain Lion è Siri Dictation, già presente sul nuovo iPad: gli utenti potranno pertanto eseguire una serie di azioni di base sfruttando i comandi vocali. Si aggiorna Safari arrivando alla sua sesta versione, la quale è ora compatibile con il multitouch zoom, si integra con Twitter e introduce una nuova modalità di gestione dei tab. Per quanto riguarda le funzionalità, si cita la comoda funzione AirPlay Mirroring che consente di riprodurre in wireless streaming (fino a 1080p) i contenuti su stereo, altoparlanti e HDTV compatibili con il sistema di streaming domestico targato Apple (inclusa la Apple TV).

Anche iCloud è stato completamente ridisegnato e comprende la condivisione di documenti di Pages, Numbers, Anteprima, TextEdit e Keynote; inoltre, i file condivisi mediante il servizio sulla nuvola possono essere anche sfogliati su Mac mediante un’applicazione abbinata anche a un tool di notifica simile a quello presente su iOS.

 

You have no rights to post comments