I COOKIE CI PERMETTONO DI MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA UTENTE CONTINUANDO A NAVIGARE SU QUESTO SITO ACCETTI IL LORO IMPIEGO 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Con Ice Cream Sandwich Google riunifica finalmente le versioni per smartphone e tablet di Android, prendendo dagli attuali Gingerbread per gli smartphone e Honeycomb per i tablet. Android 4.0 è inoltre open source: questo significa che, al contrario di Honeycomb, qualsiasi produttore potrà installarlo sui tablet, senza necessariamente prendere accordi con Google (in questo caso, però, non si avrà accesso al Market e alle applicazioni di Google come Gmail, Maps, ecc). In futuro, quindi, anche i tablet "cinesi" potranno usare Ice Cream Sandwich.



Le novità di Android 4.0 non si esauriscono però qui. In primo luogo l'intera interfaccia grafica è stata rivista, prendendo spunto da Honeycomb: spariscono quindi i pulsanti fisici, ad eccezione del tasto di accensione e blocco schermo, che vengono sostituiti da tre pulsanti virtuali sempre visibili, che possono però essere nascosti dalle applicazioni quando vanno a tutto schermo. Per quanto riguarda le icone sulle home screen, inoltre, è ora possibile raggruppare le applicazioni in cartelle, e mantenere una serie di applicazioni (fino a 5) in una barra dei preferiti nella parte inferiore, sempre visibile in tutte le home screen. Dalla schermata di blocco, inoltre, è ora possibile accedere direttamente alla fotocamera e rispondere a una chiamata in arrivo via SMS, senza quindi prendere la chiamata. Quest'ultima funzione è utile se si è impegnati e non si può rispondere subito al telefono: senza sbloccare il dispositivo sarà possibile selezionare la chiamata in arrivo e inviare a quel numero un SMS. Interessante inoltre la funzione di sblocco telefono usando il riconoscimento facciale, una misura di sicurezza in più rispetto al classico codice o gesto del dito.
In un'ottica sempre più social, ecco l'applicazione "Persone", che racchiude un profilo più completo per ogni utente, con foto, contatti e aggiornamenti di stato sui social network. Novità anche per la fotocamera, che ora è dotata di auto-focus continuo, zoom digitale stabilizzato, cattura di un'immagine a piena risoluzione mentre si gira un video, riconoscimento facciale e foto panoramiche con un unico movimento. Una volta scattata, una foto può essere visualizzata nella ridisegnata gallery multimediale, modificata direttamente sullo smartphone e poi condivisa con il mondo attraverso i classici metodi (email, Bluetooth, social network, ecc). Arrivano inoltre gli effetti video in tempo reale, per creare videochiamate con effetti simpatici, e la possibilità di catturare schermate del dispositivo direttamente coi tasti fisici.
Sotto al cofano, invece, Google ha aggiunto la sincronizzazione dei preferiti del browser con Google Chrome per desktop, con possibilità di salvare una copia di una pagina per la lettura offline. Sempre in tema di browser, sono state migliorate le prestazioni per cui, ad esempio, sul Nexus S si passa da 6223 ms di Gingerbread a 4069 ms di Ice Cream Sandwich nel test SunSpider 9.1, e da 211 a 680 nel test V8 (v6). Novità anche per le email, che ora supportano le sottocartelle nidificate, con possibilità di scegliere quali sincronizzare; è ora inoltre possibile cercare tra le email in modalità offline, con una cronologia che arriva a 1 mese.
Android 4.0 arriverà in novembre per il Nexus S e il nuovo Galaxy Nexus; gli altri telefoni devono ovviamente aspettare l'aggiornamento del produttore e, in caso di telefono brandizzato, anche dell'operatore. La disponibilità varierà quindi da modello a modello (ovviamente se il telefono verrà supportato).

You have no rights to post comments